Menomale che c’è la tecnologia

Dopo anni e anni di lametta, sono finito dal dermatologo. Mi sono sempre rasato la barba un giorno sì e uno no con una di quelle classiche lamette da supermercato, accontentandomi di una lama, massimo due, senza stare a spendere troppi soldi. Insomma, vogliamo mettere la convenienza di comprare una decina di lamette a un paio di euro, rispetto allo spenderne dieci per una soltanto?

Solo che, non tenendo assolutamente a questo aspetto, mi sono praticamente rovinato la pelle della faccia. Mi sono ritrovato pieno di pustole anche molto doloranti, peli incarniti e brufoli che mi sono costati altrettanti crateri sulla pelle, per cui sono rifinito a prendere l’appuntamento con il dermatologo per vedere cosa si potesse fare.

Mi ha prescritto una serie di trattamenti da dover fare e mi ha praticamente obbligato ad acquistare un rasoio elettrico di ultima generazione, addirittura Wet & Dry. Dice che se mi rado mentre sono sotto l’acqua calda, la pelle soffre meno perché i pori si possono dilatare di più. Mi ha prescritto anche dei dopobarba appositamente studiati per chi ha questi problemi, consigliandomi di rivolgermi anche a un centro estetico specializzato per fare altri trattamenti.
Adesso mia moglie mi prende in giro, perché sono costretto a mettermi più creme di quante non ne metta lei stessa. E mi ricorda sempre il caro te lo avevo detto io. Lo ammetto, sì, è vero. Me lo hanno sempre detto tutti di lasciar perdere le lamette da un paio di euro e prenderne almeno una buona, soprattutto per uno come me al quale la barba cresce molto velocemente. Più si utilizza il rasoio, più il rasoio deve esser buono.

E menomale che c’è la tecnologia a salvarci sempre, in ogni situazione. Se solo avessi dato retta a chi me lo diceva vent’anni fa, a quest’ora non avrei nessun tipo di problema.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *